16 domande per il tuo progetto

Questa è una serie di domande che farei a te o al tuo team, e i dettagli che osserverei per capire alcuni aspetti tipici e specifici del contesto in cui lavori, indipendentemente dal settore e dalla tipologia di progetto o di team.

Credo possono essere utili come spunti di riflessione, in generale, anche senza avere me come intervistatore o facilitatore: puoi provare a rispondere individualmente, o, se ti senti intraprendente, coinvolgere le persone del tuo team per chiedere un’opinione, anche solo in merito ad alcune di queste domande. Non ci sono risposte giuste o sbagliate, non è un quiz!

Per rispondere a queste domande basta poco: uno o più problemi da risolvere, un progetto o iniziativa in corso e un gruppo di persone coinvolte, che sia un vero team dedicato, un gruppo di lavoro formale o informale non fa alcuna differenza.

Ti accorgerai sicuramente che alcune di queste domande sono generiche, altre sono specifiche. Alcune sono “dure”, altre “morbide”. Alcune ti risulteranno più facili da affrontare, altre più difficile. Alcune ti sembreranno scontate, altre ti faranno dire “aiuto, qui ho bisogno di una mano!” (nel caso, sono a disposizione 🙂).

Prova a mettere da parte un po’ di tempo questa settimana anche solo per riflettere su queste domande: non devi necessariamente rispondere a tutte, anche solo renderti conto che reazioni ti suscitano, e capire quali domande sono più rilevanti e quali meno per il tuo progetto è un ottimo inizio.


Obiettivi

Quali sono gli obiettivi del gruppo e delle persone?
Quanta chiarezza e accordo c’è sugli obiettivi?

Sotto-gruppi

Che relazioni ci sono tra i gruppi di persone che devono lavorare assieme al problema? Quali e quanti gruppi ci sostengono? Quali gruppi sono in conflitto? Ci sono gruppi o persone che tendono ad essere esclusi? Perché?

Supporto

Quando ha bisogno di aiuto, il gruppo come esprime il bisogno di supporto? Chi riceve supporto e da chi? Chi non riceve supporto, e perché?

Validazione

Le persona sanno se stanno facendo bene il loro lavoro oppure no? Come lo scoprono? Quali sono le regole su come chiedere feedback e riceverlo?

Precedenti positivi

Quali sono le storie che rendono interessante e piacevole lavorare su questo progetto o con questo team? Quali sono i punti di forza e le risorse uniche su cui possiamo fare leva? Che cosa rende le persone orgogliose e desiderose di mantenere vivi questi aspetti positivi?

Differenze di status

Quali sono i gruppi con status più elevato e quelli con lo status più basso. Come sono espresse queste differenze e che impatto hanno sul problema e l’atteggiamento delle persone verso una particolare soluzione o possibilità?

Decisioni

Come prende decisioni il gruppo, che ruolo ha il responsabile, il capo? Come vengono presi in considerazione i diversi punti di vista quando si prende una decisione?

Autorità e potere

Chi ha tanto e poco potere in questa situazione? Come le persone gestiscono la differenza di potere: in modo cauto o deliberato? Resistono il potere, si arrendono, ci convivono o non si interessano?

Norme di comportamento individuale

Quali sono le norme sul prendere iniziativa, fare richieste, esprimere disaccordo, livello di aggressività concessa, chiedere aiuto, usare domande per fare affermazioni, gestire la noia, prendersi dei rischi esprimendo dubbi o incertezze, e confrontarsi apertamente sulle differenze?

Gestione delle informazioni

Come sono identificate le necessità? Come è monitorato il progresso? Come vengono identificati i problemi?

Stili di leadership

Quali sono gli stili formali e informali dei leader?
Che impatto hanno sulla situazione e sulle persone?

Conflitto

Come il conflitto viene gestito, affrontato, smorzato, compromesso, forzato, ignorato o soppresso?

Elementi dominanti

La situazione è dominata da una o più persone? Qual è il loro impatto? Sono parte del gruppo che sta risolvendo il problema o sono così lontane all’interno dell’organizzazione da essere irraggiunbibili?

Atteggiamento verso il progetto e il tuo coinvolgimento personale

Come ti senti al riguardo del tuo coinvolgimento su questo progetto? Perché pensi che la tua azienda abbia bisogno di te? Pensi che il tuo aiuto serva? Che domande faresti tu alle persone per capire che sta succedendo? Quali idee sono state portate dalle persone ma non hanno ricevuto adeguato supporto?

Diversità

Come sono gestite le differenze? Qual è il mix di persone da differenti mondi, culture, razze che sono state coinvolte e come vengono valorizzate? Che posizione ricoprono? C’è spazio per dire “no”? Le sorprese sono tollerate? Gli estranei sono benvenuti?

Progresso

Cosa direbbero le persone se fossero al tuo posto? Che speranze hanno circa fare un reale progresso su questo problema o in questo progetto? Che ostacoli vedono nei confronti delle loro proposte?


Riferimenti

Ho trovato questa lista di domande domande in vecchi appunti, me le aveva condivise mesi fa il mio collega Marco Calzolari.

So che derivano dal lavoro di Peter Block, ma non sono stato in grado di trovare un riferimento esatto, non so dirti esattamente da quale dei suoi libri, articoli o presentazioni derivano — nel caso trovassi la fonte esatta mi farebbe piacere se la segnalassi, grazie!

2 pensieri riguardo “16 domande per il tuo progetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...